Poesia: Nichilismo

Divenuto efedrina.

Alcol puro,

alla spina.

Quattro pinte e

una mentina.

Ritrovata sulla strada.

Cara dolce addormentata.

La clavicola spezzata.

Asso,

collasso,

barelle,

puzzo svelto di lenzuola, urine e sacche.

Transumanza delle vacche.

Un’altra spinta e vado dritto,

un’altra pinta e vado sfitto.

Morto, marcio

per la strada,

Fiori in fresco,

amor dilaga.

Scene pure di egoismo

Scene sporche,

nichilismo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*