Poesia: Tele nere

Tele nere

fra marzo e febbraio

rendono cieche

le genti rapaci 

Il vento sogghigna,

ferisce il mortaio.

Lama sottile,

invidiosa ma lesta.

Piovono rigide

lacrime d’orzo,

nero e odoroso

su un letto di fango

Nera è la luna

Nera è la festa

Nere le dame che

ballano il tango.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*